Tre strategie per migliorare lo sviluppo delle competenze in azienda

August 4, 2021 The Cornerstone Editors

Il mondo del lavoro non ha mai vissuto tanti cambiamenti in così poco tempo. Alcuni di quelli a cui abbiamo assistito negli ultimi anni hanno riguardato l’atteggiamento, il comportamento e l’accessibilità alla formazione. Per la maggior parte delle persone, tutta la formazione si è spostata online, e il 60% delle persone in tutto il mondo, ritiene che la pandemia abbia aumentato il bisogno di acquisire nuove competenze. Tutto questo ci offre l'opportunità unica di trasformare i processi di formazione. In questo momento, l'apertura al cambiamento è molto forte e fornire un modo per aiutare le persone a prosperare in situazioni incerte può contribuire a promuovere e aumentare gli sforzi per lo sviluppo delle competenze.

Il 2021 è l'anno della formazione digitale, ma per poterla abbracciare completamente sono necessari alcuni cambiamenti importanti. Ecco tre modi in cui le aziende possono aumentare le opportunità di sviluppo delle competenze delle proprie persone. 

1. Sfruttare l'AI

Lo sviluppo delle competenze è una delle priorità principali sia per i dipendenti sia per i datori di lavoro e si prevede che lo sarà ancora per i prossimi dieci anni. Secondo il World Economic Forum, con l'evoluzione dei sistemi di automazione, è probabile che verranno sostituiti 85 milioni di posti di lavoro e, allo stesso tempo, verranno create 97 milioni di nuove mansioni. Lo sviluppo di nuove tecnologie è più veloce che mai, quindi le persone devono essere pronte a ogni cambiamento e preparate adeguatamente, con il giusto set di competenze. Per individuare lo skill gap, non c'è molto che una singola persona o un manager possa fare. Ad ogni modo, utilizzare un motore per la ricerca di competenze basato su AI consente di identificare le competenze esistenti all’interno di un’organizzazione e di abbinarle a posizioni lavorative dell’azienda stessa, permettendo allo stesso tempo di individuare quelle mancanti. 

L'intelligenza artificiale permette di analizzare gli attuali programmi di formazione dei dipendenti e monitorare i progressi compiuti, ma anche di suggerire opportunità di formazione personalizzate, per consentire a ciascuno di raggiungere i propri obiettivi specifici. Inoltre, l'AI è in grado di prevedere quali requisiti potrebbero essere necessari in futuro e preparare le persone a gestire situazioni difficili. Per saperne di più, visita il sito Cornerstone Innovation Lab for AI.

Deutsche Post DHL (DPDHL) utilizza le soluzioni AI di Cornerstone per consentire al personale di prepararsi al meglio per il futuro. Meredith Taghi, VP Group Learning Talent and Platforms di DPDHL, afferma: "Oggi, grazie all'AI e a Cornerstone, i dipendenti sono più consapevoli del loro ruolo all'interno dell'azienda, che è uno degli aspetti più importanti che le persone cercano in un'organizzazione. Dal punto di vista delle HR, l'AI ci consente di individuare le competenze mancanti, cosa che altrimenti passerebbe inosservata diventando con il tempo un problema più grave, preparandoci al meglio per il futuro e rendendo il nostro business più sostenibile nel lungo periodo". Per saperne di più su come DPDHL utilizza le soluzioni AI di Cornerstone, leggi questo articolo.

2. Migliorare il dialogo tra manager e dipendenti

Recentemente, abbiamo condotto una ricerca sulle competenze, dalla quale è emerso che, mentre il 90% dei datori di lavoro ha fiducia nella propria capacità di sviluppare le competenze dei dipendenti, solo il 60% dei dipendenti è dello stesso avviso. Questo divario del 30% è davvero significativo, perché indica la forte distanza esistente tra datori di lavoro e dipendenti. Per migliorare lo sviluppo delle competenze è indispensabile colmare questo gap. 

Per alcuni leader, scoprire che esiste una tale differenza può essere uno shock, soprattutto se si considera che molte aziende investono sempre di più nella formazione dei dipendenti. Ad ogni modo, la nostra ricerca ha anche rivelato che il 40% dei dipendenti ritiene che le risorse di formazione fornite non siano sufficienti. Non basta disporre di una soluzione unica, è necessario che il personale sia in grado di acquisire nuove competenze in base alle proprie esigenze. Per alcuni si tratta di autonomia, per altri di lavoro di squadra. Il primo passo da compiere dopo aver preso atto del problema, è quello di costruire un dialogo aperto, onesto e costruttivo. Rafforzando le relazioni tra manager e dipendenti, questi ultimi avranno più fiducia nell'affrontare i programmi per lo sviluppo delle competenze.

3. Creare una cultura di apprendimento continuo

Lo sviluppo delle competenze non è un'attività che può essere avviata e conclusa in poco tempo. Affinché questo processo sia davvero efficace e dia i suoi frutti, è necessario sviluppare una cultura di apprendimento continuo. Per raggiungere questo obiettivo, la formazione deve far parte della giornata lavorativa, in maniera sistematica. Troppo spesso, infatti, la formazione si trova in fondo alla lista delle cose da fare, ma se le si dedica del tempo regolarmente si otterranno risultati migliori.

Inoltre, è necessario sviluppare un chiaro sistema di feedback per valutare il percorso formativo, ciò che si è appreso e ciò che si può migliorare. Da un recente report sullo stato delle competenze digitali, è emerso che in tutto il mondo quasi due terzi dei dipendenti non riceve un feedback periodico da parte dei propri manager. Un feedback costruttivo e personalizzato consente ai dipendenti di adattare la loro formazione, sentirsi autonomi e realizzati e lavorare per integrare i progressi compiuti nella cultura lavorativa.

Oltre un terzo delle persone in tutto il mondo teme che le proprie competenze attuali diventino obsolete nel giro di soli tre anni. Lo sviluppo delle competenze è vitale non solo per avere persone soddisfatte e preparate, ma anche per garantire il successo delle aziende.

Per saperne di più su come sviluppare le competenze nella tua azienda, visita il nostro reskilling hub. Per scoprire come i clienti di Cornerstone sono riusciti a migliorare lo sviluppo delle competenze, clicca su questo link.

L’articolo originale è stato pubblicato sul blog UK.

 

Informazioni sull'autore

The Cornerstone Editors

This article was authored or published by Cornerstone's blog editorial team.

Altri contenuti di
Articolo precedente
Massimizzare l'impatto di business con la formazione di dipendenti, partner e clienti
Massimizzare l'impatto di business con la formazione di dipendenti, partner e clienti

Accelerare la trasformazione digitale e massimizzare l'impatto di business con la formazione

Articolo successivo
Sette modi per mettere DEIB (Diversity, Equity, Inclusion & Belonging) al centro della strategia di recruiting
Sette modi per mettere DEIB (Diversity, Equity, Inclusion & Belonging) al centro della strategia di recruiting

Diversità, equità, inclusione e appartenenza al centro della strategia di recruiting