Tempo di vacanze, tempo di digital detox

August 1, 2019 Federico Francini

Le vacanze sono un’opportunità per ridefinire il nostro rapporto con la tecnologia digitale e per goderci un meritato riposo, liberi dalle pressioni dettate dalla vita quotidiana e lavorativa.

Siamo tutti, o quasi, prossimi all’agognato periodo di pausa estiva. E quale migliore momento se non questo per dedicarci a una salutare “digital detox”?

Per tutto l’anno abbiamo lavorato sodo, abbiamo preso decisioni, soprattutto siamo stati perennemente connessi, in un vortice multi-tasking. La necessità e la voglia di fare tante cose nello stesso tempo spesso impediscono di concentrarci su una cosa alla volta. I livelli di produttività e di prestazioni inevitabilmente diminuiscono, mentre quelli di stress salgono alle stelle. Questo perché l'uso di Internet e le forme di dipendenza da esso sono più elevate di quanto vorremmo ammettere.

I ricercatori del progetto Mental Balance dell’Università di Bonn hanno analizzato il comportamento delle persone con il proprio smartphone, intervistando un campione 60.000 utenti. I risultati riportano che, in media, le persone attivano il cellulare 88 volte al giorno; 35 per guardare l'orologio o verificare se hanno ricevuto un messaggio; 53 volte per navigare, chattare o utilizzare in altro modo una app. Supponendo otto ore di sonno, i partecipanti alla ricerca guardano lo smartphone ogni 11 minuti. Il burnout digitale è un problema serio, soprattutto per le giovani generazioni.

Inoltre, la ricerca dimostra che molte persone non possono fare a meno di sapere ciò che accade online in ogni momento della vita, anche quando e dove non ci si aspetterebbe, cioè in vacanza. Esiste anche un termine tecnico per definire questo comportamento: FOMO - Fear Of Missing Out, la paura di perdere qualcosa.

Se vi ritrovate in questa descrizione, è giunta l’ora di disintossicarsi!

Ecco i cinque passi fondamentali che chiunque voglia iniziare una digital detox dovrebbe intraprendere già qualche giorno prima di partire per le vacanze per liberarsi dallo stress:

1. Appena svegli, aspettiamo almeno un’ora prima di controllare lo smartphone.

Iniziare la giornata leggendo le mail e le notifiche sul cellulare significa stressarsi prima del dovuto. È sicuramente meglio prendersi un po’ di tempo per fare una buona colazione e magari dieci minuti di ginnastica. La concentrazione e il fisico saranno al massimo per tutta la giornata.

2. Quando consumiamo i nostri pasti, teniamo lontano il cellulare.

Durante la pausa dedicata al pranzo conviene allontanare la tentazione di immergersi nelle notifiche e nelle mail. Occorre concentrarsi su quello che si sta mangiando e, se si è in compagnia, l’ideale è cogliere l’occasione per scambiare qualche battuta con chi è a tavola con noi.

3. Se si sta parlando con qualcuno, non facciamoci distrarre dal cellulare.

Distrarsi dalla conversazione con i propri interlocutori per rispondere o consultare lo smartphone che ha segnalato una notifica è molto sgarbato, ma soprattutto fa perdere il filo del discorso. Non sempre, fortunatamente, si tratterà di una urgenza; quindi: occhi puntati su chi abbiamo davanti a noi.

4. Sul comodino solo libri e abat-jour

Potrà sembrare strano, ma quando alla fine della giornata ci si appresta ad andare a dormire, nulla dovrebbe poter disturbare la nostra intimità e il giusto riposo. Questo vuol dire che se si tiene il cellulare sul comodino e per di più acceso, si potrebbe cedere alla tentazione di dare un ultimo sguardo alle notifiche, alle mail, a chissà quale urgentissimo messaggio! Per chi deve tenere acceso il telefono per ragioni di sicurezza o per altre necessità personali, consiglio di metterlo in una stanza diversa dalla camera da letto.

5. Godiamoci il tempo libero

Se si chiama libero, questo tempo dovrà esserlo veramente. Al mare, in montagna, al lago, ovunque siamo, lasciamo stare per un po’ il mondo digitale e godiamoci la natura, i nostri cari e qualsiasi cosa appartenga alla sfera analogica.

Infine, un ultimo, fondamentale accorgimento: disattiviamo i messaggi push e teniamo lo smartphone in modalità silenziosa. Sarà una vacanza come non ne facevamo da tempo.

Le vacanze sono una cosa seria, non dimentichiamolo.  Rappresentano un momento fondamentale nello sviluppo di una persona. Non si tratta solo di svago e relax, ma di cogliere la grande opportunità di scoprire cose nuove e di vederne altre con occhi diversi. Lasciamo la mente libera di vagare, lontani dall’ossessione di controllare continuamente lo smartphone: torneremo alle nostre attività carichi di una nuova energia e creatività!

Informazioni sull'autore

Federico Francini

Federico has over 27 years of experience in IT companies, where he played different sales management roles, with the responsibility of managing large customers in all vertical markets. In Cornerstone since 2017, Federico is responsible of the company's global strategy in Italy, leading the local sales team, developing relationships with key partners and expanding the penetration of Cornerstone’s solutions on the Italian market.

Seguici su Twitter Segui su LinkedIn Altri contenuti di
Articolo precedente
Corporate Wellness: incoraggiare uno stile di vita sano tra i dipendenti
Corporate Wellness: incoraggiare uno stile di vita sano tra i dipendenti

#CSODBlog | Cinque fra le pratiche più comuni per aiutare a promuovere la #salute e il #benessere sul luogo...

Articolo successivo
Cornerstone porta Engineering sul podio agli HR Innovation Award
Cornerstone porta Engineering sul podio agli HR Innovation Award

#CSODBlog | Engineering vince nella categoria #talentattraction agli HR Innovation Award del @polimi grazie...