Job application online: 5 modi per garantirne l’efficacia

May 31, 2017 Franco Gementi

Di questi tempi, la selezione di talenti qualificati e di lavoratori esperti è sempre più difficile. Selezionatori e manager individuano la causa di questa difficoltà nella qualità generale della forza lavoro disponibile e nell’inadeguatezza dei candidati, molti dei quali non sarebbero in possesso delle competenze ricercate. Questo è però solo un aspetto di un problema più complesso: il vero nemico potrebbe essere infatti il sistema di raccolta delle candidature.

Un recente studio indica che le aziende il cui form per le candidature online prevede la compilazione di 45, o più, campi perdono l’88,7% dei potenziali candidati che abbandonano il processo prima di averlo portato a termine. Se 45 campi vi sembrano tanti, sappiate che l’azienda media Fortune 500 propone form con ben 62,8 domande che richiedono 52 minuti per essere compilati.

In un mercato del lavoro come quello attuale, le aziende non possono permettersi di perdere i migliori candidati prima ancora che questi abbiano presentato la propria candidatura. Ecco, dunque, alcuni consigli per snellire la procedura online e motivare i talenti che state cercando a non abbandonare l’iter di candidatura prima di giungere al termine.

1.  Trattate i candidati come fossero clienti

Non sono più le aziende che governano il mercato del lavoro, specialmente quando si tratta di cercare lavoratori qualificati e competenti. E nemmeno job description fatte col “copia e incolla” funzionano più. Candidati alla disperata ricerca di un qualsiasi posto di lavoro possono anche rispondere alla classica inserzione, ma i migliori talenti sono selettivi e hanno ampia scelta. Se la vostra azienda non riesce ad attirare candidati di qualità, forse il problema non è nel recruiting, ma nel marketing. I candidati sono come i vostri clienti, trattateli come tali.  

Consiglio: inseguite i candidati con la stessa voracità e creatività che dedicate per conquistare i clienti che devono acquistare i vostri prodotti e servizi. Chi lo sa, potrebbero anche diventare davvero vostri clienti!

2. Ottimizzate il sito

Siamo nel 2017, il sito web è fondamentale! Un sito accattivante, capace di conquistare l’attenzione è importante, ma non sufficiente. Deve essere anche veloce, responsive e facile da navigare. Le persone spesso cercano lavoro usando una rete WiFi pubblica o un dispositivo mobile: se la pagina richiede troppo tempo per caricarsi o la persona non trova subito le informazioni che cerca è molto probabile che passi ad altro.

Consiglio: assicuratevi che il vostro sito – comprese le pagine dedicate alle opportunità di lavoro – sia veloce, responsive e ottimizzato per il mobile.

3. Semplificate e rendete chiaro il processo di candidatura

Non c’è nulla di più frustrante per una persona che vuole presentare la sua candidatura di non riuscire a trovare la pagina dedicata. Ancora oggi, molto spesso, gli spazi riservati alle candidature online sono relegati in angoli remoti del sito o raggiungibili da un minuscolo link nel fondo della pagina.  Il 56% delle procedure per la candidatura online delle aziende Fortune 500 non è ottimizzato per il mobile e la percentuale è ancora maggiore nel caso si tratti di piccole imprese.

Consiglio: non costringete i candidati a giocare a nascondino. Assicuratevi che l’applicazione online sia mobile friendly e immediatamente raggiungibile.

4. Rispondete prontamente ai candidati

Il buco nero delle HR non è un mito, ma una drammatica realtà. Dopo aver cliccato “Invia” sul questionario online oltre la metà dei candidati resta lì, come un amante abbandonato, ad aspettare che il telefono squilli.  Molte aziende sembrano aver adottato la cattiva pratica di ignorare le candidature spontanee. Ma quando in azienda mancano competenze e le posizioni sono sempre più difficili da riempire, ignorare le candidature vuol dire perdere potenziali preziose opportunità.

Consiglio: rispondete rapidamente e spesso a tutte le interazioni con le candidature online, anche se è qualcuno che si è semplicemente limitato a spedire il proprio curriculum.

5. Non dimenticatevi dei vostri talenti

Anche se non ci sono posizioni aperte nella vostra azienda, non perdete mai di vista il vostro pool di talenti perché potrebbero essere le persone più indicate per ricoprire posizioni vacanti in futuro. Fornite loro quante più informazioni possibili e teneteli sempre aggiornati su tutte le opportunità che si aprono in azienda o nelle aziende vostre partner.

Consiglio: Prima di guardare fuori dalla vostra azienda, non dimenticatevi dei talenti che avete già.

Informazioni sull'autore

Franco Gementi

Franco has deep experience in the Human Resources field, in particular on administrative management processes (in-sourcing and outsourcing) and human resources development, with particular attention to the evaluation of the employee's potential and career development and various aspects related to rewarding policies and training and development. Along the entire evolutionary path, from home made solutions to the current cloud in Human Resources.

Seguici su Twitter Segui su LinkedIn Altri contenuti di
Articolo precedente
Trasformazione digitale: è la resistenza al cambiamento il principale ostacolo
Trasformazione digitale: è la resistenza al cambiamento il principale ostacolo

Il passaggio a modelli di business digitali richiede cambiamenti radicali dei processi organizzativi e ciò ...

Articolo successivo
La nuova cultura della formazione in azienda
La nuova cultura della formazione in azienda

Secondo Josh Bersin, manager e fondatore di Bersin by Deloitte, Ceo e responsabili HR ritengono di fondamen...