Future People - Unleash Your Talent: la nuova ricerca IDC-Cornerstone OnDemand

May 5, 2017 Franco Gementi

L’anno scorso, mentre le aziende si rendevano conto - forse davvero per la prima volta - di essere di fronte a una nuova era di trasformazione digitale, una ricerca condotta da IDC e sponsorizzata da Cornerstone OnDemand, evidenziava la necessità per i professionisti delle risorse umane di ridefinire il proprio ruolo e il proprio contributo all’organizzazione, prendendo in esame il nuovo mondo del lavoro, le percezioni e le aspettative dei responsabili HR e dei manager relativamente alla gestione e allo sviluppo dei dipendenti. I risultati della ricerca Future People: Le postazioni di lavoro nell’era della trasformazione digitale (IDC 2016), uno tra gli studi più ampi mai condotti in Europa su un campione specifico di responsabili delle Risorse Umane di 16 paesi europei, rivelavano atteggiamenti diversi riguardo ai metodi di lavoro flessibile e un cambiamento nelle strategie di collaborazione e gestione delle performance.

;

Lo studio, che è ancora possibile scaricare qui, era focalizzato in particolare sulle nuove formule di lavoro flessibile e sul loro impatto diretto sul coinvolgimento e sul benessere dei dipendenti. I dati raccolti hanno dimostrato come alcuni aspetti specifici del lavoro flessibile sono collegati a tecnologie abilitanti e quanto la libertà di lavorare da remoto impatti sul senso di appartenenza dei lavoratori e sulla loro disponibilità a raccomandare l’impresa a terzi. Ciò metteva in evidenza come i sistemi e le tecnologie per il lavoro flessibile dovrebbero essere una priorità dei CEO e non un comune progetto IT.

;

Come vi raccontavamo in un altro nostro blog, tra i tanti dati emersi dalla ricerca uno in particolare dimostrava come a influenzare maggiormente il benessere sul posto di lavoro – e, dunque, la propensione dei lavoratori a raccomandarlo perché orgogliosi della propria vita lavorativa in azienda – siano la flessibilità e la tecnologia. Infatti, i dipendenti di organizzazioni che consentono elevati livelli di mobilità interna e di sviluppo professionale sono “più felici” del 19% rispetto a dipendenti di aziende che non offrono queste possibilità. Più specificamente, in Italia la percentuale di rispondenti orgogliosi del proprio posto di lavoro e disponibili a raccomandarlo era di circa il 59%, 12 punti percentuali sotto la media europea del 71% e il più basso risultato misurato su dieci paesi.

;

Visto il successo dei risultati raccolti con la prima ricerca, quest’anno Cornerstone OnDemand e IDC hanno deciso di raddoppiare, indagando il mondo dei talenti con la nuova ricerca Future People - Unleashing Your Talent, che ha coinvolto oltre 1.400 professionisti HR e manager di linea di diverse aziende con più di 500 dipendenti operanti in 14 paesi europei, tra cui l’Italia.

;

Quest’anno la ricerca approfondisce in che modo i manager d’azienda e i professionisti delle HR debbano necessariamente confrontarsi con le nuove sfide poste dai talenti e come la tecnologia sia cruciale affinché ciò avvenga. In particolare, lo studio esamina il fondamentale ruolo delle HR nel processo di trasformazione digitale delle aziende, nella definizione della cultura aziendale e nello sviluppo del sempre più diffuso lavoro flessibile.

;

Abbiamo voluto esaminare come l’adozione di business model digitali e l’introduzione di nuove tecnologie in azienda stiano contribuendo a modellare sia la nuova natura del lavoro sia i requisiti cui i talenti di oggi sono chiamati a rispondere.

;

Tutte le tematiche che abbiamo deciso di affrontate sono di grande interesse per tutti quei professionisti HR e il top management che mirano alla completa transizione digitale della propria azienda e alla costruzione di una forza lavoro sempre più coinvolta e produttiva, facendosi diretti portavoce della trasformazione digitale in atto.

;

Senza anticipare troppo dei risultati di questa nostra nuova ricerca, una curiosità che emerge dai dati raccolti è che uno degli ostacoli più difficili da superare in azienda per portare avanti un percorso di trasformazione ed entrare a pieno in quest’era di profondi cambiamenti tecnologici è dato dalla resistenza al cambiamento della cultura aziendale che diventa, dunque, fulcro della strategia HR.

;

Come intervenire per mettere in atto tale rivoluzione all’interno delle organizzazioni? Quali sono gli strumenti di cui dispongono le HR per traghettare le aziende verso il futuro della digital transformation?

;

Queste e molte altre domande ancora trovano risposta in Future People - Unleashing Your Talent, i cui risultati verranno presentati nel corso del nostro HR MakeIt Tour in occasione della tappa italiana del 13 giugno presso il Townhouse Galleria di Milano.

;

Non mancate!

;

 

;

Per ulteriori informazioni e per registrarsi all’evento: http://events.csod.eu/hrmakeit-milan/

Informazioni sull'autore

Franco Gementi

Franco has deep experience in the Human Resources field, in particular on administrative management processes (in-sourcing and outsourcing) and human resources development, with particular attention to the evaluation of the employee's potential and career development and various aspects related to rewarding policies and training and development. Along the entire evolutionary path, from home made solutions to the current cloud in Human Resources.

Seguici su Twitter Segui su LinkedIn Altri contenuti di
Articolo precedente
Soluzioni per colmare il Gender Pay Gap? La parola è flessibilità
Soluzioni per colmare il Gender Pay Gap? La parola è flessibilità

“L’80% delle imprese sostiene di offrire ai propri dipendenti grande flessibilità, ma la realtà è ben diver...

Articolo successivo
HR strategiche anche nei piccoli team: ecco come fare
HR strategiche anche nei piccoli team: ecco come fare

Nelle grandi organizzazioni la funzione Risorse Umane è tipicamente abbastanza strutturata da avere già al ...