Cornerstone Convergence EMEA 2019: il futuro è nell’apprendimento continuo

January 9, 2020 Federico Francini

Anche quest’anno Cornerstone Convergence EMEA ha confermato il suo successo. Il nostro evento annuale ha dimostrato ancora una volta di essere uno degli eventi di punta del settore, attirando ancora più visitatori rispetto alla passata edizione.

Oltre 1.800 persone tra professionisti e figure di spicco del settore del talent management provenienti da tutta Europa si sono trovati a Londra il 12 e 13 novembre per parlare di business, assistere a keynote di grande ispirazione, partecipare a workshop coinvolgenti e rafforzare relazioni con colleghi, partner e clienti internazionali nei tanti momenti di networking. Inoltre, nella magnifica cornice del Tobacco Dock, i nostri partner hanno avuto l’opportunità di mostrare, nella pratica, le loro soluzioni.

Il nostro CEO, Adam Miller ha dedicato il suo intervento a un tema che ritengo più che mai attuale: come prepararsi al cambiamento.

Il lavoro oggi

Il keynote di Adam si è aperto con alcuni dati interessati: oltre il 73% degli esecutivi prevede che il mondo dell’industria vedrà grandi cambiamenti già nei prossimi tre anni. Mentre è palese un allungamento dell’età lavorativa, forse non tutti sono ancora consapevoli che si sta accorciando l’età “di validità” delle competenze. Alcune skill che abbiamo acquisito oggi potrebbero non essere più impiegabili tra 10 anni.

Difficile da immaginare? Proviamo a pensare a come avremmo reagito, 25 anni fa, se qualcuno ci avesse parlato di lavori come il social media manager o l’operatore di droni. Non è più così difficile credere quindi che il 65% dei bambini che iniziano quest’anno la scuola elementare faranno in futuro un lavoro che oggi non esiste ancora. Il cambiamento è inevitabile, specialmente nel mondo del lavoro.

Come tenere il passo

Non dobbiamo dimenticarci che siamo alla quarta rivoluzione industriale: la tecnologia deve e può aiutarci. In uno scenario in cui 2/3 dei lavoratori dichiarano di essere stressati e in cui i leader aziendali vogliono sempre più investire nelle competenze per migliorare il loro business, riuscirà ad emergere chi fa dell’apprendimento continuo uno stile di vita. Resistere al cambiamento può provocare solo stress perché ormai la formazione è in divenire.

Sono d’accordo con Miller quando afferma che i vincitori di domani sono coloro che non si lasceranno spaventare dalla filosofia dell’Always learning e investiranno nello sviluppo del personale. Per le aziende può essere difficile trovare i talenti giusti su cui investire, ma il vero potenziale può essere trovato in chiunque, a volte ha solo bisogno di essere nutrito.

Per riuscire a fare questo, i manager devono però avere gli strumenti giusti. Solo così riusciranno ad avere una gestione dei talenti di successo. Fondamentale è fornire al personale una talent experience efficace, personalizzata e adattata al contesto di lavoro in modo che le persone possano davvero migliorarsi e sentirsi realmente coinvolte.

Il successo di un’azienda è fatto dalle persone che ci lavorano. Sono moltissime - oltre l’80% - infatti le aziende che vogliono aumentare le posizioni di alto livello, consapevoli che le capacità dei singoli sono un grandissimo vantaggio per l’azienda stessa. Noi di Cornerstone ne siamo convinti, per questo non smetteremo mai di ripetere che favorire l’apprendimento continuo del personale è sia un vantaggio per il singolo sia una scelta intelligente per l’azienda.

A Cornerstone premiamo le eccellenze

A Londra abbiamo anche premiato i vincitori dei Convergence Client Awards 2019, aziende che si sono distinte proprio per l’approccio innovativo nell’adozione e utilizzo del software e dei servizi Cornerstone a favore delle iniziative di gestione del personale.  I 4 premi assegnati sono stati:

  • Learning Strategy Innovation Award a Novartis Pharmaceutical
  • Visionary in Performance Management Award a Volvo Group
  • Transformational HR Award a Survitec Group
  • Advancement in Reinventing Recruiting Award a Kuehne + Nagel

E adesso?

Convergence 2019 si è già concluso da due mesi, tanti gli incontri significativi e le suggestioni interessanti emerse dagli speech a cui abbiamo assistito. Il 2020 è però iniziato e questo significa solo una cosa: è già ora di lavorare alla prossima edizione di Convergence. Ci vediamo tra qualche mese!

Informazioni sull'autore

Federico Francini

Federico has over 27 years of experience in IT companies, where he played different sales management roles, with the responsibility of managing large customers in all vertical markets. In Cornerstone since 2017, Federico is responsible of the company's global strategy in Italy, leading the local sales team, developing relationships with key partners and expanding the penetration of Cornerstone’s solutions on the Italian market.

Seguici su Twitter Segui su LinkedIn Altri contenuti di
Articolo precedente
Sei modi per creare una content strategy di successo
Sei modi per creare una content strategy di successo

#CSODBlog | @FGementi spiega come creare una content strategy di successo in sei step.

Articolo successivo
Verso la diversità di genere: uomini e donne hanno uguale valore, ma non sono uguali
Verso la diversità di genere: uomini e donne hanno uguale valore, ma non sono uguali

#CSODBlog | Uomini e donne hanno uguale valore, ma non sono uguali. Ce ne parla @mapedri nel suo ultimo post.