Convertire i non credenti: perché investire nella formazione paga

July 27, 2020 Alicia Roy

È tale oggi l’offerta di contenuti che le aziende dovrebbero sentirsi immediatamente invogliate a investire in formazione. Molto spesso, tuttavia, non sono i dipendenti a non voler imparare, quanto gli executive a fare resistenza. La formazione può essere sicuramente un investimento costoso, e convincere il top management ad approvare il budget è forse il maggiore ostacolo alla creazione di una cultura dell'apprendimento continuo. 

Ecco dunque alcuni elementi che potrebbero far loro cambiare idea.

La formazione crea coinvolgimento

Assicurarsi che i dipendenti siano coinvolti è la chiave per avere una forza lavoro motivata, e investire nella formazione è il primo passo in questa direzione. L'apprendimento continuo e personalizzato aiuterà i dipendenti a sentirsi parte integrante della forza lavoro, a definire la loro carriera e a raggiungere i loro obiettivi più velocemente.

Incoraggiare i dipendenti a orientare i loro progressi può aiutarli a comprendere il valore che apportano alla forza lavoro; li costringe a uscire dalla comfort zone e consente loro di espandere le proprie conoscenze e competenze. Un terzo di coloro che lasciano il posto di lavoro lo fa perché non ha acquisito nuove competenze: secondo un recente studio, infatti, la mancanza di crescita professionale è uno dei motivi per cui le persone se ne vanno. Se le persone si sentono intrappolate in un ruolo inizieranno a guardare altrove; con l'apprendimento continuo si sentiranno più coinvolte, e questo aumenterà il loro grado di fidelizzazione.

L'apprendimento equivale a un aumento della produttività

Molti noteranno un aumento della produttività monitorando e tracciando la formazione. I dipendenti si sentono obbligati a partecipare a un corso di formazione che promuove metodi per lavorare di più e in maniera più intelligente, ma se si incoraggia l'apprendimento, essi percepiranno il corso più come un desiderio che come un dovere. Quando la formazione non è forzata, i dipendenti imparano più velocemente e si sentono più vicini alle cose che stanno imparando.

Circa la metà dei dipendenti ritiene che il motivo principale per cui ci si annoia al lavoro sia la mancanza di opportunità di apprendimento. Imparando e lavorando contemporaneamente, le persone possono migliorare i livelli di produttività, le capacità di problem solving e persino la condivisione del know-how. Inoltre, la tecnologia può contribuire a tutto questo trovando e suggerendo un tipo di formazione incentrato sulle competenze, sulle esperienze e sulle aspirazioni individuali di ogni dipendente.

Imparare riduce lo stress

Dedicare momenti precisi all’apprendimento può aiutare ad allontanarsi dai compiti difficili, consentendo ai dipendenti di prendersi una pausa dal lavoro "normale" e sentirsi ricaricati quando lo riprendono. Poiché la formazione può essere personalizzata per ogni individuo, il tempo che si trascorre ad apprendere non deve interferire con il tempo dedicato al lavoro. In effetti, secondo un’indagine di Ceridian, chi lavora per aziende che investono nella formazione ha l'83% di probabilità in più di sentirsi felice nel proprio ruolo.

Molte persone, oggi più che mai, soffrono di affaticamento visivo causato dallo schermo del computer. Impostare la formazione su tablet o su cellulare, può aiutarle ad allontanarsi per un po’ di tempo dallo schermo tradizionale. Meglio ancora, si può incoraggiare una formazione in un ambiente all’aperto, come un giardino o un parco, se disponibili.

Imparare significa restare importanti

L'impegno nei confronti della formazione continua aiuta i dipendenti a superare il test del tempo; una delle cinque competenze che apprendiamo oggi sarà probabilmente obsoleta tra soli tre anni. L'apprendimento continuo aiuta: mantenere aggiornate le competenze consente ai dipendenti di stare al passo con i tempi in continua evoluzione. Permettere ai dipendenti sia di migliorare le proprie competenze sia di apprenderne di nuove, garantisce che saranno sempre utili in futuro.

Alcuni manager temono che i dipendenti porteranno un giorno queste competenze ad altre aziende; ma che succede se rimangono senza competenze? Mostrare un’attenzione genuina per i propri dipendenti aiuterà a tenerseli stretti e, grazie a una formazione continua, si avranno risultati straordinari.

 

Informazioni sull'autore

Alicia Roy

With a background in recruitment, Alicia is currently part of the marketing team and helps creating new content as well as building the online brand as a community manager.

Seguici su Twitter Segui su LinkedIn Altri contenuti di
Articolo precedente
3 motivi per cui trovarsi in una situazione di crisi non dovrebbe indurci a pensare a breve termine
3 motivi per cui trovarsi in una situazione di crisi non dovrebbe indurci a pensare a breve termine

Articolo successivo
Cornerstone tra le prime aziende ad aver ottenuto ISO 27701, il Gold Standard della Data Privacy
Cornerstone tra le prime aziende ad aver ottenuto ISO 27701, il Gold Standard della Data Privacy